Archeologia: scoperta piramide vizir Ramses II

Sulla riva occidentale a Luxor, apparteneva a Khay

21 febbraio, 15:30

(ANSAmed) - IL CAIRO, 21 FEB - Sorge sulla riva Ovest del Nilo a Luxor l'ultima piramide scoperta in Egitto. I suoi resti, scoperti da una missione belga, dominano la verde valle sottostante e si vanno ad aggiungere all'immenso patrimonio, molto ancora da scoprire, sulla sponda del Nilo che fu scelta per la grande necropoli dell'antica Tebe.

I ricercatori di due universita' della citta' di Bruxelles hanno annunciato di avere scoperto la piramide appartenente ad uno dei piu' conosciuti ministri di Ramses II, il faraone che regno per 66 anni, fra il 1279 e 1213 avanti Cristo.

"Una scoperta eccezionale", ha commentato l'equipe di archeologi, spiegando che dai geroglifici sulla piramide si e' risaliti al "proprietario": Khay, che e' stato "ministro" dell'alto e del basso Egitto per circa quindici anni. Situata su una collina che domina il tempio funerario di Ramses II la piramide in mattoni di dodici metri di larghezza e che all'epoca raggiungeva i quindici in altezza era un elemento "di spicco" del panorama a Tebe.

La scoperta, dice ancora la missione belga, e' di "grande importanza" perche' Khay e' una figura molto conosciuta dagli egittologi: il suo nome compare in molti documenti perche' e' stato il vizir del potente sovrano, occupando il piu' alto incarico civile del regno e indicendo ben sei giubilei reali per Ramses II. La festa del Sed, il giubileo reale, era la grande cerimonia con la quale il faraone celebrava il raggiungimento dei 30 anni di regno, nella quale mostrava la sua prestanza e potenza, e veniva seguita da una simile cerimonia ogni tre- quattro anni. Khay era anche addetto alla supervisione della grande comunita' di operai ed artigiani che lavorava nella valle dei re e delle regine per realizzare le tombe reali.(ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA